La zucchina: un ortaggio ricco di benefici e versatile in cucina!

La zucchina appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è una pianta originaria dell’America Centro – Meridionale, che venne importata in Europa in seguito alla scoperta dell’America. Le zucchine si prestano ad una varietà di preparazioni alimentari, potendo accompagnare primi piatti, carne, pesce, formaggio e uova, grazie al loro sapore relativamente neutro.

Per beneficiare pienamente delle proprietà nutritive di questa verdura, la soluzione migliore è quella di mangiarle crude, ad esempio in insalata o sotto forma di succo. Le zucchine, che sono sempre presenti tutto l’anno sulle nostre tavole, contengono un’elevata quantità d’acqua, circa il 93% , apportando così un basso quantitativo calorico. Essendo ricche di vitamine, sali minerali sono spesso indicate nelle diete ipocaloriche e per i soggetti diabetici. Inoltre, sono un’ottima fonte di minerali principalmente potassio e fosforo, di vitamine , soprattutto vitamina A e C. Grazie al loro contenuto in carotenoidi, hanno anche una azione antiossidante, ossia aiutano a combattere i radicali liberi e a rallentare il naturale processo di invecchiamento delle cellule del nostro organismo. Fra le proprietà salutari delle zucchine, vanno ricordate quelle diuretiche e depurative, utili a rimuovere dall’organismo le tossine, i prodotti di scarto accumulati e a correggere alcune condizioni fisiche che beneficiano di un aumento della diuresi come l’ipertensione e la ritenzione idrica. Grazie alla loro elevata digeribilità, le zucchine, opportunamente cotte, sono un alimento adatto per le persone anziane, per chi soffre di disturbi digestivi, e per i più piccini, rappresentando uno dei primissimi alimenti introdotti con lo svezzamento. Essendo molto delicate, le zucchine non si mantengono a lungo e tendono a perdere in pochi giorni la freschezza e le proprietà nutritive originali soprattutto se sottoposte a luce e calore. Le zucchine si prestano a molti usi in cucina. Se piccole, sode e dalla buccia liscia, sono ottime anche crude, tagliate alla julienne e marinate, da servire come antipasto; come contorno si possono preparare alla griglia, trifolate, ma anche lesse e al vapore nelle diete ipocaloriche. Sono usate spesso come condimento per risotti e primi piatti di pasta, o come ripieno di torte salate e nella preparazione di frittate, spesso insieme alle cipolle.

Bisogna ricordare che è la buccia, tenera e commestibile, a contenere la maggiore quantità di vitamine e sali minerali utili all’organismo quindi, è importante non scartarla se si vuole ottenere il massimo dei benefici da questo versatilissimo ortaggio.

Dott.ssa Clotilde Tucci dietista

Annunci

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: