il diabete: consigli alimentari

“Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. L’insulina è l’ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno.”

nella giornata mondiale del diabete di Novembre 2018 è stato evidenziato che: “Secondo i dati pubblicati nel 2017 dalla World Diabetes Federation nel mondo sono 425 milioni le persone che vivono con il diabete (1 adulto su 11) e 212 milioni (1 adulto su 2) non sanno di averlo. In Italia, l’Istat stima che nel 2016 le persone con diabete sono oltre 3 milioni e 200 mila, cioè il 5,3% dell’intera popolazione. ”

Qui di seguito vi spiego alcuni piccoli accorgimenti e linee guida in ambito alimentare da mettere in atto quando vi viene diagnosticata questa patologia.

Ovviamente è opportuno rivolgersi sempre ad uno specialista o al vostro medico curante!

Per un buon controllo del diabete è fondamentale:

Farsi impostare un regime dietetico bilanciato da professionisti come: dietologo, medico curante, diabetologo e dietista.

  • Mantenere la suddivisione dei pasti come indicato per evitare sia pasti abbondanti che digiuni protratti
  • Rispettare le quantità indicate per ogni alimento

Tutto questo serve a ripartire in maniera bilanciata nella giornata calorie e carboidrati per evitare bruschi ed improvvisi sbalzi di glicemia.

È importante essere in possesso di una bilancia pesa alimenti al fine di pesare tutti gli alimenti prescritti nel regime dietetico personalizzato.

Lo zucchero può essere sostituito con saccarina o aspartame ma non da altri dolcificanti.

È opportuno eliminare dall’ alimentazione abituale i dolci. Il loro consumo è da limitare ad occasioni sporadiche.

Gli alimenti da evitare sono i seguenti:

  • zucchero, miele, marmellata, gelatina di frutta
  • torte, pasticcini, panettoni, colombe pasquali…
  • biscotti (anche quelli integrali e per diabetici)
  • frutta candita sciroppata
  • mostarda di frutta
  • gelati di crema,alla frutta, ghiaccioli, creme e budini
  • yogurt alla frutta
  • cioccolato, cioccolatini e caramelle
  • bevande gassate(coca-cola, aranciata, acqua tonica, succhi di frutta)
  • sciroppi
  • vini dolci liquorosi, liquori e superalcolici

Possono essere consumati liberamente:

  • acqua,the, caffè
  • verdure

Le  patate, i piselli, i fagioli, le lenticchie,  le fave e i ceci  possono essere consumati solo in sostituzione del pane nel seguente modo:

50 grammi di pane corrispondono a

  • 120 grammi di patate
  • 170 grammi di piselli freschi
  • 200 grammi di piselli in scatola o surgelati
  • 100 grammi di fagioli e fave freschi
  • 250 grammi di fagioli o ceci in scatola
  • 50 grammi di fagioli o ceci o lenticchie secchi

Per quanto riguarda pane, pasta, riso, grissini e fette biscottate è importante attenersi alle quantità prescritte.

La frutta di stagione può essere consumata tutta ad esclusione di : uva, cachi, fichi, banane, frutta secca e sciroppata, datteri e castagne.

È importante pesare sempre la frutta al fine di non consumare più di 300-400 grammi al giorno (2-3 frutti di medie dimensioni). La frutta può anche essere consumata cotta ma senza l’aggiunta di zucchero.

È opportuno non consumare frutta lontano dai pasti. Se succede accompagnare il frutto con 2 fette biscottate o 1  fetta di pane.

È importante leggere attentamente le etichette nutrizionali dei prodotti.  Il prodotto non è adatto se fra gli ingredienti compare zucchero o sciroppo di glucosio o saccarosio.

È utili, inoltre, che la dieta non sia ricca di grassi.

Si consiglia quindi di:

  • consumare carni e pesci magri, limitando il consumo della frittura
  • limitare il consumo di salumi grassi (salame, mortadella, pancetta) preferendo il prosciutto cotto e crudo, la bresaola e lo speck, privati del grasso visibile
  • limitare il consumo di formaggi stagionati come emmenthal, toma, fontina, preferendo formaggi più magri come ricotta, fiocchi di latte, robiola, primo sale, stracchino…
  • è consigliato utilizzare olio di oliva o extra vergine, limitando l’uso di burro e margarina

Non vanno assolutamente consumati i prodotti del commercio definiti ”per diabetici” quali biscotti, marmellate, grissini, cioccolate…

Una attività fisica costante è utile per mantenere buoni valori della glicemia!!

a cura di: Dott.ssa Clotilde Tucci

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: