Il carrello della spesa

Maggio: Frutta e verdura nel carrello della spesa

Maggio è un mese che ci permette di riempire i nostri carrelli della spesa  di tanta nuova frutta  e verdura; ricche di acqua e dei nutrienti fondamentali che aiutano il nostro corpo ad eliminare le tossine accumulate durante l’inverno, possiamo iniziare a prepararci all’arrivo dell’estate.

Ecco  un elenco di ciò che più buono e naturale ci offre questa stagione:

VERDURA:

Fave: sono un’ottima fonte di vitamine del gruppo  B e vitamina C, fibra, ferro e altri sali minerali come il potassio, il magnesio. Questi legumi sono un’ottima fonte di proteine, non contengono grassi saturi e apportano poche calorie. L’ideale è consumarle con il pane fresco o con i cereali come l’orzo e il farro in modo da  comporre un piatto unico al contempo salutare, energetico e ricco di nutrienti.

Attenzione però al favismo: possono essere mortali per le persone affette da allergia a questo legume.

Patate novelle: appartenenti alla famiglia delle Solanacee,questi tuberi sono uno tra gli alimenti più consumati ed più coltivati al mondo.  Le sue origini si fanno risalire al  3.000 avanti Cristo presso gli Incas che le indicavano con il nome “papa”. In Europa giunsero solamente nel XVI secolo ad opera del conquistatore spagnolo Francisco Pizarro. Le patate, anche se spesso sono considerate e consumate come se fossero una verdura, in realtà sono composte principalmente da  amido, cioè da carboidrati complessi. Ricche di fibra, di selenio e vitamina C, efficace nel limitare i danni causati dai radicali liberi, molecole di ossigeno nocive per i tessuti organici, oltre che di potassio e acqua.

Per trarre il massimo giovamento dalle proprietà antitumorali delle patate, bisogna mangiarne anche la buccia, cosa possibile quando le patate sono, appunto, “novelle”;  l’alternativa è quella di bollirle senza sbucciarle e usare l’acqua di cottura per altri piatti, come, ad esempio, minestre o stufati.

Piselli:  fra i legumi sono quelli con una presenza maggiore di proteine, sono ricchi di vitamina B1 e vitamina A, fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro. Hanno un elevato potere saziante e sono ideali da abbinare ai primi piatti o per preparare gustose minestre e zuppe. L’ideale è abbinarli sempre ad una fonte di carboidrati e limitarne l’utilizzo come contorno.

Asparagi: ricchi di fibre, sali minerali, vitamina C e con proprietà antiossidanti, gli spinaci fonte di ferro e acido folico, ideali per la donna in gravidanza, la cicoria con proprietà depurative, la rucola fonte di vitamina C, E, A, importante per la funzionalità epatica, contiene betacarotene, utile all’organismo per le proprietà antiossidanti e preventive. Inoltre, la rucola risulta essere una buona fonte di calcio.

Indivia: insalata ricca di vitamina A, B e C, di vitamina K ma anche di potassio e calcio. È tra le verdure con più alto contenuto diacido folico, con un basso contenuto di sodio e una buona quantità di ferro e fibra

Lattuga: alleata dell’apparato digerente per la buona fonte di fibra, ricca di Sali minerali come il ferro, il potassio, il calcio e di vitamina A e C, è una verdura particolarmente adatta a chi deve perdere peso

Ravanelli:  sono composti per lo più di acqua; tra i nutrienti contengono ferro, fosforo, calcio, vitamine del gruppo B, vitamina C e acido folico. Hanno proprietà diuretiche e depurative.

FRUTTA

Nespole: appartiene alla famiglia delle Rosacee. Con il termine nespola ci si riferisce ai frutti di due piante diverse: il nespolo europeo e il nespolo giapponese. Il nespolo europeo è un piccolo albero spinoso dell’altezza di 5 metri circa; il nespolo giapponese, che è originario della Cina, è invece più imponente e può raggiungere un’altezza di circa 10 metri; ha un profumo molto intenso, che ricorda quello del biancospino.

Le nespole hanno proprietà antinfiammatorie e diuretiche; aiutano a regolare la funzionalità intestinale e quella epatica. I frutti maturi hanno proprietà lassative mentre quelli non maturi hanno, al contrario, proprietà astringenti e sono quindi utili in caso di diarrea.
Le nespole sono ricche di vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. Sono, inoltre, ricche di acido formico, una nota fibra alimentare; grazie a questa sostanza, le nespole hanno un ottimo potere saziante e sono dunque molto utili in caso di diete digradanti. Hanno poche calorie  circa 28 Kcal / 100 gr e contengono moltissimi minerali. I semi delle nespole non vanno mangiati in quanto contengono acido cianidrico, una sostanza molto velenosa.

Ciliegie: snack rinfrescante e rivitalizzante, perfetto durante la stagione calda. L’elevato indice di sazietà e un potere calorico abbastanza contenuto di circa 38 Kcal , ne fanno uno spuntino indicato anche nelle diete dimagranti.

Non conosciamo esattamente da quale parte del mondo provengano questi frutti, ma sappiamo con certezza che l’albero di ciliegie è presente nell’area del Mediterraneo da oltre 3.000 anni. 

Esistono tantissime varietà di ciliegie; in Italia sono particolarmente note le ciliegie Ferrovia, molto diffuse in Puglia, dalla caratteristica polpa succosa; la ciliegia Durone, molto pregiata e polposa, caratterizzata dalla polpa scura e dalle grosse dimensioni, e la Ciliegia Anella, di colore rosso acceso.  Contengono vitamine A e C; sali minerali, tra cui soprattutto calcio, fosforo, potassio, sodio e magnesio. Contengono, inoltre, carboidrati, in particolare il levulosio, uno zucchero adatto a chi soffre di diabete; contengono antocianine, antiossidanti  che aiutano ad alleviare l’infiammazione.

Questi golosi frutti vantano un buon contenuto di flavonoidi, grazie al quale stimolano la produzione di collagene, e sono un toccasana per la salute cardiovascolare.

Le ciliegie hanno proprietà depurative, diuretiche, disintossicanti e dissetanti. Grazie alla presenza di acido malico stimolano l’attività del fegato. Abbastanza ricche di melatonina, pare che siano in grado di favorire il sonno. Inoltre, hanno fortiproprietà lassative, per questo motivo non ne è consigliato l’uso nei bambini di età inferiore ai tre anni perché potrebbero provocare loro diarrea.

Fragole: ricche di fibra che stimola  la regolarità intestinale, favoriscono l’assimilazione di ferro e stimolano la produzione di globuli rossi; sono ottime alleate per chi deve combattere l’anemia, il kiwi, conservato nelle celle frigorifere, antianemico e antisettico, e le arance fonte di vitamine: soprattutto la C e la A.

Dott.sa Clotilde Tucci – Dietista

Annunci

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑